Cookie
Electronic Team uses cookies to personalize your experience on our website. By continuing to use this site, you agree to our cookie policy. Click here to learn more.

VirtualBox vs VMware: qual è il migliore per il tuo ambiente

Jun 23, 2021

Attraverso la virtualizzazione, un'organizzazione può eseguire più sistemi operativi diversi su un singolo componente hardware. Sebbene siano soluzioni valide ed estremamente popolari per la creazione di un ambiente virtuale, la differenza tra VirtualBox e VMware è piuttosto significativa. In alcuni casi, solo uno di essi sarà in grado di offrire una funzionalità specifica per soddisfare le tue esigenze aziendali.

In questo articolo troverai le informazioni necessarie per decidere quale sia meglio, VMware o VirtualBox, per il tuo ambiente e scenario di utilizzo.

VBox vs VMware: differenze generali

VirtualBox contro VMware

Sia VirtualBox che VMware sono hypervisor. Hypervisor è un software specializzato che può essere utilizzato per eseguire contemporaneamente più macchine virtuali su un server fisico. È un modo eccellente per massimizzare il valore dei dispositivi hardware consentendo la condivisione delle risorse tra molti utenti.

Gli hypervisor sono disponibili in due versioni:

  • Gli hypervisor di tipo 1 (nativo) accedono direttamente all'hardware e non richiedono il supporto di un sistema operativo sottostante. Fungono da sistema operativo e controllano le richieste di risorse.
  • Gli hypervisor di tipo 2 vengono eseguiti su un sistema operativo tradizionale come applicazione. Forniscono funzionalità di virtualizzazione coordinando le chiamate per le risorse attraverso il sistema operativo host.

Ecco come sono classificate le due soluzioni di virtualizzazione:

  • VMware ESXi è un hypervisor di tipo 1 che deve essere installato su bare metal.
  • VMware Player, Workstation e Fusion sono hypervisor di tipo 2 che devono essere installati su un dispositivo fisico con un sistema operativo host.
  • VirtualBox è anche un hypervisor di tipo 2 che deve essere installato su un sistema operativo host.

In generale, gli hypervisor di tipo 1 sono migliori per ambienti di produzione di grandi dimensioni, mentre gli hypervisor di tipo 2 sono più adatti agli utenti che desiderano eseguire una macchina virtuale sui propri personal computer.

Sistemi operativi supportati

VBox può essere installato su macchine host Linux (ad esempio Ubuntu e Debian), Windows, Solaris, macOS e FreeBSD. E puoi scegliere Linux, Windows, Solaris, FreeBSD o macOS come SO guest della tua macchina virtuale.

VMware Workstation e Player hanno versioni per Linux e Windows e per macOS c'è Fusion. Per quanto riguarda un sistema operativo guest, puoi optare per Linux, Windows, Solaris, FreeBSD o macOS.

Come puoi vedere, VirtualBox supporta più sistemi operativi di qualsiasi versione specifica di VMware. Ma puoi usare VMware o VirtualBox per i sistemi Windows 10.

Modelli di licenza

Ecco come i due prodotti si accumulano dal punto di vista delle licenze:

VBox è un software di virtualizzazione open source gratuito disponibile sotto GNU General Public License (GPL), versione 2. È completamente gratuito da utilizzare per qualsiasi scopo personale o commerciale. Inoltre, puoi ottenere l'Extension Pack, che aggiunge funzionalità alla piattaforma ed è anche gratuito.

VMware ha diversi prodotti di virtualizzazione:

  • Player è gratuito per scopi personali ed educativi, ma richiede una licenza a pagamento per uso commerciale.
  • Workstation Pro è destinato ad aziende e progetti su larga scala e la licenza ti costerà $ 199.
  • Fusion ha una tariffa di licenza una tantum di $ 199.
  • ESXi al di fuori del periodo di valutazione gratuito di 60 giorni, deve essere concesso in licenza con una delle licenze vSphere, a partire da circa $ 575 (vSphere Essentials Kit).

Funzionalità e caratteristiche

Ora diamo uno sguardo approfondito alle funzionalità e alle caratteristiche offerte da queste piattaforme di virtualizzazione concorrenti.

Interfaccia utente

Entrambe le piattaforme hanno una varietà di interfacce da offrire.
Gli utenti di vBox possono scegliere se preferiscono utilizzare l'interfaccia utente grafica o la riga di comando di VBoxManage.

Lo stesso vale per VMware che offre sia la GUI che l'interfaccia della riga di comando. La GUI varia a seconda della versione che stai utilizzando.

Dispositivi USB supportati

Molti utenti desiderano la possibilità di accedere ai dispositivi USB da una sessione virtuale. La funzionalità passthrough USB aumenta il valore di un dispositivo fisico periferico collegato al computer host. Con il passthrough USB, è possibile collegare un hub USB per consentire facilmente alle macchine virtuali di accedere a una varietà di periferiche collegate.

Entrambe le piattaforme supportano la connessione di dispositivi USB a macchine virtuali utilizzando opzioni VM native. In alcuni casi, l'introduzione di uno strumento di terze parti che agisca come controller USB o arbitro USB può semplificare gli sforzi per connettere e utilizzare i dispositivi USB. Gli utenti di VBox devono utilizzare il pacchetto di estensione per abilitare il supporto USB 2.0 e 3.0.
VMware supporta i dispositivi USB pronti all'uso.

Cartelle condivise

La possibilità di creare una cartella condivisa che può essere utilizzata per scambiare file tra i sistemi operativi host e guest è una caratteristica preziosa.

È possibile utilizzare una cartella condivisa in entrambe le piattaforme di virtualizzazione, ad eccezione di VMware ESXi che richiede la creazione di cartelle condivise a livello di sistema operativo host.

Formato del disco virtuale

C'è un formato di disco virtuale su ciascuna delle piattaforme.
L'unico supportato da VMWare si chiama VMDK.

Nel vBox avrai più opzioni tra cui scegliere: un formato VDI nativo, VHD, HDD e persino VMDK. Quindi è sicuro dire che VirtualBox è molto più versatile dal punto di vista dei formati di dischi virtuali.

Allocazione del disco virtuale

I dischi virtuali possono essere preallocati o allocati dinamicamente ed entrambe le piattaforme di virtualizzazione supportano questi metodi, sebbene la terminologia utilizzata sia diversa.

VMware usa il termine dischi con thin provisioning per dischi allocati dinamicamente e dischi con provisioning per dischi preallocati.

VirtualBox non ha alcun termine speciale per i dischi allocati dinamicamente e i dischi preallocati sono indicati come dischi fissi.

Istantanee della macchina virtuale

Gli snapshot VM salvano lo stato corrente di una macchina virtuale e sono estremamente utili per i sistemi di test e sviluppo. Ad eccezione di VMware Player, tutte le altre versioni delle due piattaforme di virtualizzazione supportano la creazione di più snapshot che possono essere utilizzati per ripristinare uno stato precedente di una VM.

Migrazione VM in tempo reale

Gli utenti possono migrare le macchine virtuali tra i sistemi operativi host con una di queste soluzioni di virtualizzazione.

In VirtualBox, questa funzione è nota come Teletrasporto.

In VMware, solo ESXi ha una funzionalità equivalente chiamata vMotion. Tutte le altre versioni non supportano la migrazione VM in tempo reale.

Supporto per la grafica 3D

VMware fornisce grafica 3D con supporto DirectX 10 e OpenGL 3.3 per Player, Workstation, Fusion ed ESXi.

VirtualBox ha un supporto limitato per la grafica 3D.

Reti virtuali

VirtualBox fornisce agli utenti le seguenti scelte in modalità rete.

  • Non allegato
  • Traduzione dell'indirizzo di rete (NA)
  • Servizio di rete NAT
  • Adattatore a ponte
  • Rete interna
  • Adattatore solo host

In VMware sono disponibili le seguenti modalità di rete virtuale.

  • A ponte
  • NAT
  • Solo host

Supporto per l'archiviazione condivisa

Lo storage condiviso che utilizza il protocollo iSCSI è supportato da queste due piattaforme di virtualizzazione. È possibile collegare l'archiviazione iSCSI come disco remoto su una rete Ethernet.
VirtualBox viene fornito con un iniziatore iSCSI nativo.

In VMware, ESXi supporta anche l'uso dell'archiviazione iSCSI, ma Workstation, Player e Fusion non supportano affatto iSCSI.

Interfaccia di gestione

La gestione centralizzata e remota sono caratteristiche importanti per i moderni reparti IT che desiderano poter accedere ai sistemi tramite Ethernet.
VirtualBox offre agli utenti l'interfaccia web PhpVirtualBox che è simile alla sua interfaccia standard.

VMware ESXi fornisce vCenter Server per la gestione centralizzata degli host ESXi e di altri componenti vSphere.

Supporto per la crittografia

La crittografia delle risorse dati è una caratteristica di fondamentale importanza di una soluzione di virtualizzazione.
VirtualBox ha una funzione di crittografia integrata accessibile con Extension Pack. Gli utenti possono selezionare la crittografia AES-128 bit o AES-256 bit.

La crittografia è disponibile in tutte le versioni di VMware, sebbene le scelte differiscano a seconda del prodotto utilizzato. ESXi offre più opzioni di crittografia rispetto ad altre versioni della piattaforma.

Raggruppamento

VirtualBox non fornisce supporto per il clustering di macchine virtuali.

In VMware, il clustering è disponibile solo in ESXi.

Strumenti di sviluppo

VMware offre agli sviluppatori l'accesso a diverse API (interfacce di programmazione delle applicazioni) e SDK (kit di sviluppo software) per semplificare i loro sforzi di sviluppo. Tra questi c'è VMware Studio, uno strumento di sviluppo gratuito per la creazione di appliance e applicazioni virtuali.

VirtualBox fornisce anche una potente API e SDK.

Virtualizzazione del software

Solo VirtualBox supporta la virtualizzazione del software in cui il software emula un sistema informatico completo ed esegue un guest su di esso.

Entrambe le piattaforme supportano la virtualizzazione hardware in cui i dispositivi hardware vengono emulati dall'host.

Conclusione

Si spera che ora tu abbia abbastanza informazioni per scegliere VMware o VirtualBox. Entrambi offrono agli utenti piattaforme ricche di funzionalità per la creazione di un ambiente virtualizzato. Consentono agli utenti di eseguire operazioni come l'installazione di un sistema Windows XP su un sistema operativo host Ubuntu. Le aziende moderne utilizzano la virtualizzazione per qualsiasi cosa, dai sistemi di test all'esecuzione di applicazioni mission-critical.

Ci sono alcune differenze nette nel prezzo e nella funzionalità delle due soluzioni e dovresti considerarle attentamente prima di prendere una decisione su una piattaforma di virtualizzazione. In alcuni casi, le funzionalità native potrebbero non offrire il modo più efficiente per implementare cose come il reindirizzamento USB e il passthrough USB.

Gli strumenti di terze parti possono semplificare l'aggiunta di un dispositivo USB a una macchina virtuale o aiutare in situazioni in cui non sono disponibili porte USB fisiche per il collegamento di dispositivi fisici. Possono aggiungere le funzionalità necessarie per far funzionare la virtualizzazione esattamente nel modo in cui ti serve per raggiungere i tuoi obiettivi aziendali specifici.

logo USB Network Gate
#1 at Network Software
USB Network Gate
Condividi USB via Rete per Windows
4.7 rango basato su 72 + utenti
Ottieni un collegamento allo scaricamento per il tuo desktop
Invia il tuo indirizzo email per ottenere il collegamento allo scaricamento veloce sul tuo desktop e parti!
o